Casa delle donne per non subire violenza

venerdì 29 novembre 2019

Tears and Dreams. Dalel lacrime ai sogni.

Giovedì 4 dicembre. ore 20:00
Cinema Lumiere
Via Azzo Gardino 65
Bologna


Tears and Dreams. Dalle lacrime ai sogni. Di Lia Beltrami e alberto Beltrami, 2019. 

Nel Triangolo d'Oro, punto d'incontro tra Laos, Myanmar e Thailandia, famoso alle cronache anche per traffici illeciti, si intrecciano storie di lacrime e sogni. Gli Akha, i Lahu, i Kajan sono tribù birmane di origine cinese perseguitate, spesso in estrema povertà, profughi senza status. Le suore della Provvidenza, tre birmane, una cinese e una brasiliana, in collaborazione con il monaco buddhista Ven. Chaiwat, si impegnano nella via del dialogo e per ridare un sogno alle bambine. Lavorano senza sosta contro la tratta per renderle libere dalle catena della schiavitù e dalle conseguenze delle droghe. 

Saluti: Martina Ciccioli, Casa delle donne

Intervengono: 
Lia Beltrami, regista
Alberto Benchimol, Sportfund

Ingresso gratuito

L'uso del genere nel linguaggio amministrativo e istituzionale. Laboratorio sull'utilizzo del linguaggio di genere.

Mercoledì 4 dicembre
dalle 9:30 alle 12:30
Biblioteca Archiginnasio
Sala dello Stabat Mater 
Piazza Galvani 1
Bologna


Per il terzo anno consecutivo il Festival La Violenza Illustrata propone un incontro di approfondimento formativo sull'uso del linguaggio di genere rivolto al personale che opera nei servizi amministrativo-istituzionali. L'incontro si propone di promuovere e accrescere la consapevolezza linguistica di quanti e quante lavorano in ambienti spesso contraddistinti da discriminazioni di genere, formandoli a un linguaggio che sia inclusivo e rispettoso della pluraliutà di genere di cui la cittadinanza è costituita. 

Saluti: Susanna Zaccaria, Assessora Comune di Bologna
Introduce: Laura Saracino, Casa delle donne
Conduce: Cecilia Robustelli, Università di Modena e Reggio

Il seminario è rivolto in particolar modo a chi ha già avuto modo di approfondire il tema del linguaggio di genere negli incontri precedenti. 

A cura di: Comune di Bologna, Casa delle donne.

Se questo è amore. La violenza maschile contro le donne nel contesto di una relazione intima.

Martedì 3 dicembre
dalle 18:00 alle 20:00
Biblioteca delle Donne
Via del Piombo 5/7
Bologna


Se questo è amore. La violenza maschile contro le donne nel contesto di una relazione intima. 
Di Maria Dell'Anno, LuoghInteriori 2019. 

Un saggio che propone un ampio studio sul fenomeno della violenza di genere. Un problema che non è un'emergenza, bensì un fenomeno culturale che ha le proprie radici nella disparità sociale da sempre esistita tra l'uomo e la donna. Per questo deve essere tratttata come un problema politico, sociale, e come una violazione dei diritti umani. Questa violenza non è impersonale: è commessa da uomini, quasi sempre mariti, ex mariti, partner, ex partner. Il femminicidio è un problema culturale. E' sulla società che bisogna intervenire, con l'educazione, anzi con la rieducazione. Per questo non basta che si parli del problema della violenza. E' importante che se ne parli correttamente. 
Saluti: Elsa Antonioni, Casa delle donne

Ne parla con l'autrice Maria Dell'Anno
Saveria Capecchi, Università di Bologna

"Se non posso ballare non è la mia rivoluzione!"

Lunedì 2 dicembre
dalle 19:00 alle 20:30
Palestra Guido Reni
Vicolo Bolognetti 2
Bologna


"Se non posso ballare non è la mia rivoluzione!". Laboratorio di Danza dell'Africa dell'Ovest con musica dal vivo. 

Esplorando il concetto di femminilità possiamo recuperare attraverso la danza gli aspetti che la cultura patriarcale rimuove? Nella danza africana ritroviamo quella consapevolezza perduta, frutto della rimozione della cultura occidentale, e sentiamo nuovamente il corpo per farne strumento di autodeterminazione, liberazione ed espressione. Accompagnate dal ritmo delle percussioni lavoreremo sulla relazione che si crea tra i corpi nella pratica della danza dando spazio alla libertà e all'espressione della singola persona in relazione con le altre. 

Partecipazione gratutita

Per iscrizioni: namaste@associazionejaya.it | Elisabetta Colombari, tel. 333 58357147
A cura di: Associazione Jaya

Donne disabili tra discriminazioni e violenze.

Lunedì 2 dicembre
dalle 17:00 alle 19:00
Istituto per Ciechi Francesco Cavazza
Via Castiglione 71, Bologna
Entrata accessibile: Via dell'Oro 1



Il tema della violenza nei confronti delle donne con disabilità comincia a essere trattato molto più che in passato. Qualcosa si sta muovendo tra le associazioni operanti nel settore della disabilità e tra le associazioni che lottano contro la violenza di genere. Non basta, però, riconoscere che le donne con disabilità sono esposte a svariate forme di violenza, e che solitamente la disabilità comporta minori possibilità di difesa; servono azioni e servizi di prevenzione e contrasto che tengano in considerazione questa maggiore discriminazione e le specifiche esigenze connesse alla disabilità. Il seminario vuole riflettere sulla violenza id genere quando è collegata al mondo della disabilità, e offrire una riflessione agli operatori, agli educatori e a tutti gli interessati sulle buone prassi già applicabili e su quanto resta ancora da fare.

Intervengono:
Valeria Alpi, Ass. Accaparlante, Centro documentazione Handicap
Sara Carnovali, Ricercatrice
Serena Cimini, Psicologa Istituto Cavazza
Laura Saracino, Casa delle donne

L'incontro è aperto al pubblico.

A cura di: Accaparlante, Istituto per Ciechi Francesco Cavazza, Casa delle donne

Giornalismo e responsabilità sociale: il racconto del femminicidio.

Lunedì 2 dicembre
dalle 13:00 alle 15:00
Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali
Aula B - Via San Petronio Vecchioo 30/32
Bologna


Quando una donna viene uccisa per mano del partner l'episodio non si limita ad uno dei tanti eventi di cronaca nera, ma può più di altri contribuire ad utilizzare immaginari specifici dei diversi ruoli che uomini e donne rivestono all'interno del mondo sociale. Per i giornalisti i casi di femminicidio costituiscono pertanto un terreno insidioso poichè richiedono strumenti interpretativi non immediatamente presenti nelle routine professionali o in facili risorse esplicative di senso comune, rischiando così talora di incappare in stereotipi obsoleti. Nel corso di questo incontro si rifletterà su questi temi cercando di mettere in luce alcuni aspetti del racconto giornalistico del femminicidio che possono interrogarci sulle ricadute in termini di responsabilità sociale della cronaca. 

L'incontro è aperto al pubblico. 

Saluti: Deborah Casale, Casa delle donne

Intervengono: 
Prof.ssa Pina Lalli, Università di Bologna
Chiara Gius, Università di Bologna
Michela Zingone, Università di Bologna

Giro Girotondo.

Domenica 1 dicembre, ore 16:00
Via Rizzoli 1/2 - Bologna


Giro Girotondo. Di Cristina Obber, Illustrazioni di Silvia Vinciguerra, Settenove 2019. 

«Giro Girotondo, questo è il nostro mondo, insieme ad abbracciare l'ulivo secolare. Su in cielo splende il sole nel tempo che ci vuole». Un girotondo nel cortile della scuola, intorno a un ulivo secolare. Michele ha una disabilità alla gamba e cade. Quando si rialza, il girotondo prosegue più lentamente, perchè l'importante non è farlo di fretta ma farlo insieme. Mariam ha le piume scure, Marco ha la sindrome di down, Giorgio non sa andare in bicicletta. Un libricino che si ispira ad alcuni casi di bullismo emersi in Italia e nel mondoalle cui vittime l'autrice ha dedicato questo lavoro attraverso i nomi dei personaggi. Siamo nati per accoglierci l'un l'altro, e solo facendo le cose uniti, nel tempo che ci vuole per coltivare le relazioni, saremo felici.

Ne parlano con l'autrice Cristina Obber
Marianna Francesca Tafuro, Amnesty International Bologna
Daniela Tatti, Casa delle donne

Mani che danzano, mani che raccontano.

Domenica 1 dicembre
dalle 11:00 alle 13:00
Via Dell'Oro 3, III piano
Bologna


Mani che danzano, mani che raccontano. Laboratorio di narrazione attiva. 

Il Bharata Natyam è una forma di teatro-danza proveniente dall'India del Sud che permette di attivare il corpo nella sua totalità. Attraverso un ricco vocabolario narrativo fatto di gesti delle mani (mudra), espressioni del volto e attitudini corporee, le narratrici-attrici hanno la possibilità di cambiare e divenire, di esplorare diversi modi di muoversi e sentire, trascendendo margini culturali di vario tipo. Partendo dalla narrazione di miti, il progetto si propone di stimolare le partecipanti all'esplorazione della propria storia, al dialogo e al confronto, attraverso l'uso di un linguaggio inedito e teatralmente protetto con cui raccontarsi ed esprimere il proprio universo emotivo. 
In collaborazione con il progetto Embodying Reconciliation - Cuerpos Para la Reconciliation (Colombia). 

Incontro gratuito, grazie al sostegno del Programa Distrital de Estimulos dell'Istituto de Les Artes di Bogotà, Colombia. 

Per iscrizioni: namaste@associazionejaya.it
Sara Azzarelli, tel. 328 2945089 | Alice Giuliodori, tel. 338 7933852

giovedì 28 novembre 2019

La Nakba delle donne palestinesi.

Sabato 30 novembre, ore  21:00
Centro Sociale Saffi
Via L. Berti 2/8 - Bologna



Dal Libro Palestinian Women di Fatma Kassem, abbiamo tratto le memorie della donne palestinesi da lei intervistate. Per la prima volta la Nakba viene vista e narrata dalle donne, con il suo bagaglio di violenza e disumanità esercitato sulla popolazione femminile, anziana e infantile, superando le versioni che vedono protagonisti gli uomini la cui attenzione è rivolta in particolare alle questioni politiche e agli scontri armati. 

Presenta: Patricia Tough, Donne in nero Bologna

Alle ore 20:00, prima dello spettacolo, è prevista una cena.

A cura di: Donne in nero Bologna in collaborazione con Youkali e l'attrice e regista Simona Sagone.

Un altro genere di forza.

Sabato 30 novembre, ore 18:00
Libreria delle donne
Via San Felice 16
Bologna


Un altro genere di forza. Di Alessandra Chiricosta, iacobellieditore 2019. 

I maschi sono forti, le donne sono deboli: sembra un’ovvietà che spiega molto dei rapporti tra uomini e donne, di come si sono strutturati e organizzati nel corso della Storia. I forti tendono a combattere e distruggere, i deboli ad accudire e proteggere la vita: così si è creata una dicotomia che fa della forza una via maestra verso la violenza, e della cura una premessa della mitezza e della pace. Nel pieno del dibattito sulla violenza di genere – dalle molestie ai femminicidi – l’autrice ridisegna il maschile e il femminile e con essi la mappa del discorso sulla forza distinguendolo da quello della violenza: perché ci vuole una particolare forza sia per non essere “vittime” sia per non esercitare un potere soggiogante.

Ne parlano con l'autrice Alessandra Chiricosta
Giulia Nanni, Casa delle donne
Elisa Coco, Comunicattive | Associazione Luki Massa  


Una danza per Sahar. La ragazza blu.

Sabato 30 novembre, ore 17:00
Centro Interculturale Zonarelli
Via G. Sacco 14 -Bologna


Danza, poesie e performances musicali per ricordare il gesto estremo di Sahar, la ragazza iraniana che ha rinunciato alla sua vita per denunciare al mondo la negazione dei diritti civili delle ragazze e delle donne del suo paese. Con l’occasione si intende esprimere la bellezza del femminile e nominare le lotte delle donne nei Paesi ove i diritti sono ancora negati sulla base del genere.

Ingresso gratuito
Saluti: Elisa Martinelli, Casa delle donne

A cura di: MA 2 TA Persia in collaborazione con il Centro Interculturale Zonarelli e nell'ambito della co-progettazione con il Comune di Bologna per la promozione dei Diritti Umani e del Dialogo Interculturale e Interreligioso 2019, Casa delle donne.

In principio era la gioia. Incontro con Ivan Alagbé e Tiziana Lo Porto.

Sabato 30 novembre, ore 10:30
Centro delle donne
Via del Piombo 5 - Bologna


Yvan Alagbé è impegnato da oltre otto anni nell’impresa impossibile di disegnare una storia universale dell’amore: un libro che è anche una riflessione sul ruolo che le donne hanno occupato in questa storia. Un incontro per scoprire il messaggio più radicale e rivoluzionario di uno dei grandi autori del fumetto europeo. 
Saluti: Cinzia Verucci, Casa delle donne
Intervengono: 
Yvan Alagbé, fumettista 
Tiziana Lo Porto, giornalista e traduttrice 

Fare la differenza. Educazione di genere dalla prima infanzia all'età adulta.

Venerdì 29 novembre, ore 18:00
Libreria Coop Zanichelli
Piazza Galvani 1
Bologna


Fare la differenza. Educazione di genere dalla prima infanzia all'età adulta. Di Rosella Ghigi, Il Mulino 2019. 

Le ricerche riconoscono da tempo che il miglior antidoto contro la violenza di genere è la prevenzione. L’educazione è uno degli strumenti più importanti per imparare a riconoscere le situazioni di violenza e di sopraffazione, per prevenire e per comprendere le radici culturali di un fenomeno così ampio e trasversale. Ma come si fa educazione di genere e quali risultati si possono ottenere? Il libro di Rossella Ghigi sarà l’occasione per discuterne con sociologhe e pedagogiste.

Con Silvia Carboni, Casa delle donne 


Shhh! L'estate in cui tutto cambia

Venerdì 29 novembre, ore 17:00
Libreria delle donne
Via San Felice 16
Bologna


Shhh! L'estate in cui tutto cambia. Di Magnhild Winsnes, Mondadori 2019. 

Il passaggio tra infanzia e pubertà è un evento carico di significato, con enormi implicazioni sociali, psicologiche, culturali. Magnhild Winsnes ha saputo raccontarlo, nel suo graphic novel Shhh!, con ironia e sguardo critico, dal punto di vista di un gruppo di ragazze sulla soglia dell’adolescenza. Cosa significa diventare donne? Come si racconta la pubertà senza scadere negli stereotipi?

Saluti: Chiara Gius, Casa delle donne

Ne parla con l'autrice Magnhild Winsnes
Federica Lucchesi, docente e ricercatrice

Risvegliare la dea. Una lezione di yoga Kundalini per risvegliare il potenziale creativo femminile.

Venerdì 29 novembre
dalle 13:00 alle 14:30
Casa delle donne 
Via dell'oro 3
Bologna



Attraverso la tecnologia dello Yoga Kundalini come insegnato da Yogi Bhajan, una tecnica antica che ci aiuta a ristabilire la flessibilità e la resistenza fisica e a raggiungere calma, consapevolezza e forza interiore, ci connetteremo con la nostra energia più profonda, per risvegliare il potenziale femminile. L’utilizzo di asana (posture) statiche e in movimento; pranayama(esercizi di respirazione); mantra e meditazione, nonché di esercizi espressamente pensati per la donna, ci permetterà di individuare nel corpo il nucleo della nostra forza e presenza. La lezione può essere praticata anche da chi non ha nessuna esperienza. 

Pratica gratuita con eventuale offerta a Casa delle donne

Per iscrizioni: namaste@associazionejaya.it | Giuditta Pellegrini Liv Sahej Kaur, tel. 328 6738501

A cura di: Associazione Jaya

Torneo solidale di Burraco.

Giovedì 28 novembre, ore 20:30
Virtus Tennis Bologna
Via Galimberti 1
Bologna


A cura di: Re-Use with Love
 

Lara e Susi.

Giovedì 28 novembre, ore 20:30
Spazio espositivo Adiacenze
Vicolo Santo Spitrito 1
Bologna



Saluti: Elisa Martinelli, Casa delle donne

Intervengono: 
Ida Cordaro, autrice
Silvia Rocchi, autrice
Linda Chiaramonte, giornalista


Susi corre. Una mostra di Silvia Rocchi

Giovedì 28 novembre, ore 19:30
Spazio Espositivo Adiacenze
Vicolo Santo Spirito 1
Bologna


In mostra tavole originali, disegni preparatori, opere di piccolo e medio formato realizzate ad hoc da Silvia Rocchi attorno all’opera Susi corre (Canicola, 2019), che indaga la sfera della crescita e delle relazioni adolescenziali attraverso una esperienza di lettura su grande formato.

La mostra sarà visibile fino all'11 gennaio 2020; dal mercoledì al sabato ore 11-13 e 16-20 (lunedì e martedì su appuntamento)
Per informazioni: tel. 333 5463796 | info@adiacenze.it | adiacenze.it

A cura di: Canicola in collaborazione con Spazio espositivo Adiacenze e Festival La Violenza Illustrata con il sostegno di Regione Emilia-Romagna, Casa delle donne

Lara. Una mostra di Ida Cordaro

Giovedì 28 novembre, ore 19:00
Senape Vivaio Urbano
Via Santa Croce 10/abc
Bologna


Lara è un racconto breve, intimo e quotidiano, in cui la violenza consumata nello spazio domestico si propaga all’esterno, compromessa da un implicito consenso. In mostra le tavole originali e i disegni preparatori per l’omonimo racconto a fumetti pubblicato da Canicola nella nuova collana I Quindici

Saluti: Martina Ciccioli, Casa delle donne 

La mostra sarà visibile fino al 7 dicembre 2019: dal lunedì al sabato ore 10-13 e 16-19:30
Per informazioni: tel. 051 8494530 | info@senapevivaiourbano.com | senapevivaiourbano.com